Dettaglio news

20 gennaio 2021

Carcinoma mammario, BFSA premia Lorenzo Gerratana

Team biopsia liquida

Lorenzo Gerratana, medico del Centro di Riferimento Oncologico e assegnista di ricerca dell’Università di Udine, è il vincitore di uno dei due premi riservati a oncologi italiani under 40, prime firme di lavori pubblicati nel 2020, che sono stati assegnati venerdì 15 gennaio nel corso dell’edizione online del Back From San Antonio, il congresso annuale sul carcinoma mammario.

Gerratana è stato premiato per uno studio sulla biopsia liquida pubblicato su European Journal of Cancer. La biopsia liquida è una tecnica che consente di studiare, nei fluidi biologici come il sangue, numerose componenti molecolari del tumore, e può rappresentare uno strumento importante per seguire nel tempo l’evoluzione dinamica della neoplasia.

Lo studio, dalla forte impronta traslazionale, è nato dalla stretta collaborazione multidisciplinare tra il CRO e il Robert H. Lurie Comprehensive Cancer Center della Northwestern University di Chicago e suggerisce una nuova modalità con cui analizzare i dati di biopsia liquida per predire gli organi più potenzialmente oggetto di metastatizzazione nelle pazienti con carcinoma mammario, così da effettuare un monitoraggio mirato e intervenire precocemente.

«Il riconoscimento a Lorenzo Gerratana dimostra che la ricerca scientifica sui tumori non si è fermata durante la pandemia, anche grazie alla volontà e all’entusiasmo dei giovani oncologi», ha commentato il prof. Fabio Puglisi, direttore del Dipartimento di Oncologia Medica del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.

Con il ricercatore si sono congratulate le direzioni dell’Istituto, che hanno colto l’occasione per sottolineare come questo riconoscimento rappresenti un’ulteriore conferma dell’eccellenza raggiunta dal Centro di Riferimento Oncologico nell’ambito della ricerca e della cura contro il tumore al seno.

torna su
ultima modifica: 20 gennaio 2021 Commenti / Suggerimenti