Dettaglio news

13 novembre 2018

Tumore della tiroide: incontro tra pazienti e medici

Tumore della tiroide
Un incontro dedicato ai pazienti oncologici - sabato 17 novembre, Campus del CRO - è organizzato da Oncologia Radioterapica, Medicina Nucleare, Biblioteca Pazienti del CRO, in collaborazione con l’Associazione dei malati di Tumore della tiroide del Triveneto (ATTA3Veneto). Il meeting ha quale target quanti vivono il trauma della diagnosi, i disagi della terapia, le incertezze del lungo periodo di controlli prima di potersi sentire finalmente “fuori pericolo”.
L’appuntamento, che per esigenze organizzative osserva la regola del numero chiuso a 70 partecipanti, intende essere occasione per i pazienti per migliorare la relazione con i medici e dare una possibilità di confronto sui vari aspetti della comunicazione. Intende soprattutto essere una opportunità per porre domande non fatte, pronunciare parole non ascoltate, esprimere timori ed emozioni che il paziente con tumore della tiroide si trova ad affrontare. Per i medici presenti costituirà invece il momento per riflettere sulle lacune comunicative, sull’importanza di curare - oltre all’aspetto tecnico delle terapie - anche la relazione di sostegno, perché ogni ammalato ha il diritto di essere curato con le migliori terapie disponibili ma anche di  essere accompagnato con attenzione attraverso un percorso sconosciuto, irto di difficoltà, gravido di inediti quesiti e  di motivi di preoccupazione. Per la comunità professionale del Triveneto l’evento rappresenta un’occasione per costruire relazioni virtuose a favore del benessere dei pazienti. Saranno infatti presenti medici specialisti provenienti da Treviso, Trieste, Udine e Pordenone.
Dopo una relazione iniziale sui tumori tiroidei utilizzando un linguaggio alla portata di tutti la giornata si articolerà in 4 laboratori dove i pazienti, con l’aiuto di esperti nella conduzione di gruppi di dialogo dei servizi di Psicologia e Formazione del CRO, potranno affrontare liberamente qualunque tema  desiderato. Possibilmente proprio i temi, le questioni, i quesiti che a volte non emergono davanti  al medico per una forma di pudore o di soggezione. L’iniziativa rientra nel filone che il CRO cura con attenzione da molti anni, grazie soprattutto all’impegno della Biblioteca Pazienti dell’Istituto:  andare oltre la fase dell’informazione e del  supporto psicologico e favorire invece quello che gli anglosassoni chiamano "Patient Education and Empowerment": aumentare l'autonomia e la capacità di comprensione del paziente e contemporaneamente ridurre la sua dipendenza da figure istituzionali o comunque tutoriali.



Per informazioni:
Biblioteca Scientifica e Pazienti del CRO
0434.659467; people@cro.it

Per iscrizioni:
Cenro Attività Formative del CRO
0434.659830; infoformazione@cro.it

torna su
ultima modifica: 13 novembre 2018 Commenti / Suggerimenti