Ricerca corrente

La Ricerca corrente al CRO

Il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, in qualità di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), usufruisce di finanziamenti ministeriali di Ricerca corrente a supporto della sua attività scientifica.

L'attività scientifica del Centro di Riferimento Oncologico finanziata dal Ministero della Salute si articola in cinque Linee di Ricerca corrente.

Linea 1: genetica e biologia dei tumori

Le ricerche condotte nell’ambito della Linea 1 si focalizzano sugli eventi genetici, molecolari e cellulari che sono alla base della trasformazione e progressione maligna tumorale.

Gli obiettivi dei progetti compresi nella Linea 1 riguardano sia la comprensione dei meccanismi genetici e biologico-molecolari che sottendono la trasformazione di una cellula normale in una cellula tumorale a diversi gradi di aggressività e invasività, sia lo sviluppo e implementazione di più efficaci strumenti diagnostico-prognostico-predittivi e alla proof-of-concept di nuovi approcci terapeutici.

In particolare, il fine ultimo di questi studi è porre le basi per un sempre migliore inquadramento diagnostico-prognostico-predittivo e identificare trattamenti sempre più idonei che garantiscano la completa eradicazione della malattia e prevengano recidive locali o a distanza.

Nell’ambito della Linea 1 si possono essenzialmente riconoscere due macro-aree:

  • genetica e genomica funzionale della trasformazione neoplastica
  • microambiente tumorale e meccanismi di invasione e metastasi

Linea 2: epidemiologia e prevenzione dei tumori

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie neoplastiche è l'obiettivo comune e principale dei cinque progetti di ricerca svolti all'interno della Linea 2. In sintonia con le strategie internazionali di ricerca epidemiologica in oncologia, questa Linea di Ricerca corrente affronta il tema della distribuzione dei tumori nella popolazione generale, delle esposizioni a fattori di rischio e le varie associazioni con le malattie neoplastiche.

Inoltre, la Linea 2 condurre studi valutativi finalizzati alla prevenzione dei tumori e ad accrescere la consapevolezza individuale sull'importanza della prevenzione.

In particolare i progetti della Linea 2 si occupano di:

  • identificazione dei fattori di rischio
  • valutazione del ruolo delle infezioni nell'insorgenza e mortalità per tumori
  • descrizione della distribuzione dei tumori in regione Friuli Venezia Giulia
  • interventi di prevenzione primaria e secondaria
  • "Patient Education": interventi di informazione per pazienti e loro familiari

Linea 3: neoplasie ematologiche, ricerca traslazionale e clinica

La Linea 3 collega ricercatori sperimentali e clinici affiliati a diversi dipartimenti e di diversa estrazione specialistica per incentivare la traslazionalità della ricerca.

Obiettivo rilevante sarà l’incremento delle conoscenze eziopatogenetiche, biologiche e cliniche concernenti le neoplasie emolinfoproliferative con particolare riguardo a:

  • leucemia linfatica cronica
  • malattia di Hodgkin
  • autoimmunità e linfomi
  • linfomi nel paziente anziano
  • terapie cellulari
  • lungosopravviventi

Linea 4: tumori solidi, la ricerca traslazionale migliora la diagnosi e la cura

La Linea 4 si articola in programmi specifici per tipologia di tumore in cui vengono sviluppati progetti di ricerca traslazionale e clinica in modo integrato, al fine di migliorare conoscenze, approcci diagnostici e terapeutici per tumori ad alta incidenza e/o per tumori in cui esistono problematiche diagnostiche e terapeutiche rilevanti.

Gli obiettivi di questi programmi comprendono la definizione di protocolli di prevenzione e diagnosi precoce, in particolare dei soggetti con lesioni precancerose e ad alto rischio (tumori a componente familiare), percorsi diagnostici avanzati e di terapie multidisciplinari e multiprofessionali.

Particolare attenzione sarà dedicata all'attivazione di procedure diagnostiche innovative e all'obiettivo di traslazione di progetti preclinici e di diagnostica avanzata in ambito clinico nel tumore della mammella, finalizzati anche alla realizzazione di percorsi organizzativi e gestionali innovativi.

Obiettivo specifico è infatti la creazione di programmi clinici integrati in associazione con progetti di ricerca traslazionale specifici per donne giovani e anziane affette da tumore del seno.

Linea 5: tumori associati ad agenti infettivi

Lo studio dei tumori in HIV è un’area di ricerca che caratterizza la Linea 5. L'esperienza maturata in 30 anni di attività ha reso possibile l'attivazione di un nuovo filone di ricerca sui pazienti con immunodepressione iatrogena, quali i trapiantati di organo solido (Organ Transplant Recipients, OTRs), che condividono con HIV lo stesso spettro neoplastico.

La gestione dei pazienti immunodepressi è molto complessa e richiede una stretta collaborazione multidisciplinare fra oncologi, infettivologi, ematologi, immunologi e patologi, fattibile solo in centri specializzati come il nostro Istituto.

Inoltre, le ricerche condotte all'interno della Linea 5 si occupano dei tumori indotti da altri agenti infettivi come l'Helicobacter pylori o la Chlamidia.

La Linea di ricerca si articola in cinque macro-aree:

  • tumori in soggetti con infezione da HIV
  • tumori in soggetti con l'immunodepressione iatrogena
  • tumori associati all'infezione da virus di Epstein-Barr
  • tumori associati all'infezione da Papillomavirus
  • tumori associati a infezioni batteriche