Trasferimento tecnologico

L’ufficio di Trasferimento tecnologico del Centro di Riferimento Oncologico ha il compito di realizzare collaborazioni con il settore privato per trasformare i risultati della ricerca traslazionale in prodotti a beneficio della società.

A partire dall’identificazione di risultati innovativi nella produzione scientifica dell’Istituto, l’ufficio si occupa di:

  • supporto ai ricercatori per proteggere la Proprietà intellettuale (PI), in collaborazione con studi legali specializzati;
  • attività di marketing per la valorizzazione della PI, in ottica di accordi di licenza e/o co-sviluppo e di creazione di start-up.

Nel 2016 il Centro di Riferimento Oncologico è stato il primo Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) a ricevere il finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) per il potenziamento degli uffici di Trasferimento tecnologico.

In evidenza

Grant Proof of Concept 2020
Il Centro di Riferimento Oncologico si è qualificato primo istituto di ricerca in Italia (13° su un totale di 23 istituti finanziati) tra gli assegnatari del finanziamento MISE-Invitalia per progetti Proof of Concept (finalizzati a realizzare prove di fattibilità su tecnologie in via di sviluppo utili a favorire collaborazioni con aziende private).

LifeArc-AUTM Technology Transfer Fellows 2020-21
Si tratta di un anno di formazione in Trasferimento tecnologico, sponsorizzato dall’associazione di categoria statunitense AUTM e dalla fondazione inglese LifeArc. L’ufficio di Trasferimento tecnologico del Centro di Riferimento Oncologico è stato il primo a essere selezionato a livello nazionale.

IP Booster
Il Centro di Riferimento Oncologico, come primo centro di ricerca italiano, è assegnatario di 5 servizi IP Booster per la tutela e valorizzazione della Proprietà intellettuale, finanziati dalla Commissione Europea.

ASTP Fall Meeting 2019 - Moving Forward Together, Leiden (6-8 Novembre 2019)
Il Centro di Riferimento Oncologico e la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano hanno moderato un workshop dedicato al contributo degli istituti di ricerca al Trasferimento tecnologico nel settore “Scienze della vita” durante il meeting autunnale di ASTP-ProTon (Associazione dei professionisti europei del trasferimento scientifico e tecnologico).

Opportunità

Le tecnologie sviluppate al Centro di Riferimento Oncologico sono principalmente biomarcatori a scopo diagnostico, procedure, strumentazione e app nel settore dell’oncologia. Una selezione delle tecnologie è stata presentata a investitori e aziende durante l’evento online Global Cluster Partnering Healthcare 2020.

Altre informazioni e tecnologie sono disponibili sul portale EU-JAPAN Technology Transfer Helpdesk.

I ricercatori del Centro di Riferimento Oncologico sono inoltre interessati a collaborazioni finalizzate alla definizione di progetti per la partecipazione a bandi di finanziamento.

Collaborazioni con aziende

Negli anni diverse aziende private hanno collaborato allo sviluppo di invenzioni ideate al Centro di Riferimento Oncologico: AB Analitica, Areta International, BioValley, Diatech, EMD Millipore, IGA Technologies, IRS, Menarini, Nealys, NextStep Engineering, Porzio, ReliaTech, Scripps Research Institute, Solari, Supergen, Uniquest PTY Limited, Ximbio. Il Centro di Riferimento Oncologico ha inoltre partecipato al programma Digital Health Europe.

L’ufficio di Trasferimento tecnologico ha preso parte ai seguenti eventi di brokerage: Meet in Italy for Life Sciences (2019), Euro BioHighTech (2020), Global Cluster Partnering Healthcare (2020), Tech Share Days (2020) e BioVaria (2021).

Spin-off

La creazione di nuove realtà aziendali è la chiave per promuovere lo sviluppo economico regionale. Il Centro di Riferimento Oncologico coordina il gruppo di lavoro ministeriale che, dopo aver sviluppato le linee guida per la creazione di spin-off dagli IRCCS, sta creando un apposito regolamento.

Alcune aziende nate da tecnologie innovative sviluppate al Centro di Riferimento Oncologico sono collocate presso il Polo Tecnologico di Pordenone.

BioFuture Medicine
Start-up che sviluppa nuovi kit molecolari per applicazioni in ricerca e diagnostica nel settore delle patologie legate all’invecchiamento e nel settore alimentare. Le competenze aziendali riguardano la biologia molecolare e cellulare, la chimica farmaceutica e la nanomedicina. Dal 2017 è spin-off dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Pharmadiagen
Viene fondata nel 2009 come prima spin-off italiana di farmacogenetica per la cura dei tumori con l’obiettivo di fornire servizi di biologia molecolare standard e personalizzati principalmente per la caratterizzazione del profilo genomico del paziente.

SediciDodici
Viene fondata nel 2005 da ricercatori del Centro di Riferimento Oncologico e imprenditori locali per l’industrializzazione di tecnologie avanzate per il controllo emostatico (SmartClot). L’azienda è titolare di brevetti relativi a diagnosi e monitoraggio farmacologico di patologie trombotiche, ischemiche ed emorragiche. Sedicidodici ha ricevuto vari finanziamenti, tra i quali il supporto di Italian Angels for Growth.

Isitec Innovation
Fondata nel 2005, persegue lo sviluppo di strumentazione automatizzata per supportare l’attività della farmacia ospedaliera nella preparazione dei farmaci chemioterapici da somministrare ai pazienti in terapia. Attualmente l’azienda esporta i suoi prodotti all’estero.

Proprietà intellettuale

L’ufficio di Trasferimento tecnologico promuove a livello nazionale e internazionale la visibilità degli IRCCS e il loro ruolo per l’innovazione del settore biomedicale. Organizza inoltre attività formative sulla tutela, gestione e valorizzazione della Proprietà intellettuale.

Di seguito gli eventi più recenti realizzati dall'ufficio di Trasferimento tecnologico:

 

Per garantire supporto ai ricercatori, l’ufficio di Trasferimento tecnologico si occupa di:

  • elaborare accordi finalizzati alla tutela della Proprietà intellettuale dell’Istituto, nell’ambito di collaborazioni con partner pubblici e privati;
  • analisi di “prior art” in collaborazione con PatLib (Area Science Park, Trieste) e mandatari brevettuali, anche nel contesto del progetto IP Booster;
  • promuovere la creazione di start-up.

I ricercatori interessati possono consultare i seguenti documenti:

Contatti

Le aziende e i centri di ricerca interessati possono contattare l’ufficio per richiedere maggiori informazioni in merito alle tecnologie sviluppate al Centro di Riferimento Oncologico e per valutare assieme eventuali richieste di licenza e/o collaborazione.

Per informazioni:

Ermes Mestroni (Responsabile ufficio Trasferimento tecnologico, Direzione scientifica)
Telefono 0434 659723
E-mail emestroni@cro.it