La ricerca del CRO

L'attività scientifica del Centro di Riferimento Oncologico si articola in quattro Linee di ricerca principali. Le ricerche in queste quattro linee sono possibili anche grazie al finanziamento ministeriale di Ricerca corrente che il nostro Istituto riceve ogni anno dal Ministero della Salute in qualità di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e alle donazioni dei cittadini (5 per mille).

Linea di ricerca 1 - Oncologia di precisione: basi genetico-molecolari della trasformazione/progressione neoplastica e sviluppo di nuove terapie molecolari e cellulari

Le ricerche condotte nell'ambito della Linea 1 si focalizzano sugli eventi genetici, molecolari e cellulari che sono alla base della trasformazione e progressione maligna tumorale.

La linea 1 raccoglie le principali attività di ricerca preclinica e traslazionale del Centro di Riferimento Oncologico. Studia i fenomeni di trasformazione e progressione neoplastica nei tumori solidi per migliorarne i percorsi diagnostico-prognostici e le possibilità terapeutiche.

Con l’identificazione e la caratterizzazione funzionale di alterazioni genomiche, trascrittomiche ed epigenetiche nonché lo studio delle interazioni cellula tumorale-organismo ospite esplora i meccanismi di aggressività tumorale e di risposta ai trattamenti.

Mira anche a nuovi approcci diagnostico-terapeutici, terapie molecolari personalizzate e basate sull'uso di geni, cellule e tessuti, in costante interazione con la ricerca clinica.

Linea di ricerca 2 - Epidemiologia, prevenzione dei tumori, divulgazione e miglioramento dell’accesso a dati clinici

La linea 2 comprende:

  • la raccolta di dati di popolazione su incidenza, sopravvivenza, prevalenza e guarigione per i principali tumori, a livello regionale, nazionale e internazionale;
  • i cambiamenti nella sopravvivenza e qualità della vita conseguenti a nuove strategie diagnostico-terapeutiche, compreso il rischio di sovradiagnosi e sovratrattamento;
  • lo sviluppo e l’impatto di programmi di prevenzione oncologica primaria e secondaria;
  • la prevenzione dei tumori associati ad agenti infettivi e immunosoppressione;
  • la divulgazione dei risultati della ricerca del Centro di Riferimento Oncologico e il coinvolgimento di pazienti, caregiver e cittadini attraverso l'Epidemiologia oncologica e la Biblioteca per i pazienti.

Linea di ricerca 3 - Neoplasie oncoematologiche: dalla ricerca all’applicazione clinica

Obiettivo delle ricerche della linea 3 è aumentare le conoscenze eziopatogenetiche, biologiche e cliniche sulle neoplasie emo-linfoproliferative integrandole fra loro al fine di migliorare gli strumenti diagnostico-prognostico-predittivi e terapeutici.

Gli studi sono multidisciplinari e interdipartimentali. Le azioni sono strutturate per tipo di patologia, favorendo un raccordo tra la ricerca di base e clinica con l’istituzione di gruppi di lavoro per la soluzione di specifici quesiti diagnostico terapeutici e lo sviluppo di un programma di terapie cellulari, per esempio CAR-T. Nuovi clinical trial di fase 1-4 mono- e multi-istituzionali riguardano linfomi, leucemie e mieloma multiplo.

Linea di ricerca 4 - Tumori solidi: dai database clinico-patologici alla medicina di precisione "4P"

La linea 4, attraverso l'integrazione fra oncologia sperimentale e clinica, è dedicata allo studio dei tumori solidi e privilegia gli obiettivi della medicina "4P" (predittiva, preventiva, personalizzata, partecipativa).

I programmi di ricerca si concentrano sulle necessità di risposte a quesiti con importante ricaduta clinica in ambito diagnostico, predittivo-prognostico e terapeutico grazie al ricorso ad approcci bidirezionali bench-bedside.

L'impegno scientifico è rivolto all'implementazione di database multi-omici integrati con dati clinici, alla conduzione di trial con rilevante componente traslazionale e all'innovazione tecnologica (es. protonterapia e terapie mediche avanzate).