News

Covid-19, le limitazioni in vigore al CRO

martedì 25 febbraio 2020

Come e quando si può entrare nell'Istituto, quali misure di prevenzione sono previste per chi lo frequenta, quali sono le alterazioni ai servizi al pubblico e tutto quello che deve sapere chi viene al CRO in questa fase di emergenza epidemiologica da SarsCoV2

📥 SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE PER LIMITARE L'ATTESA AL TRIAGE

Info COVID

Dando seguito alle disposizioni ministeriali e regionali a contrasto dell'emergenza epidemiologica da Nuovo Coronavirus, la Direzione Sanitaria del Centro di Riferimento Oncologico di Aviano ha emanato alcune linee operative che incidono su regole e servizi dell'Istituto, fino a nuove disposizioni. 

Questa pagina è in continuo aggiornamento: le ultime modifiche sono del 1° giugno

 

ACCESSO ALL'ISTITUTO
In corrispondenza dell'ingresso sono presenti strutture per il triage di tutte le persone in entrata e la valutazione precoce delle situazioni considerate a rischio. Per guadagnare tempo, è possibile scaricare il questionario in anticipo e compilarlo subito prima di recarsi in Istituto. Gli utenti sono pregati di presentarsi al triage con un anticipo minimo di 10 minuti e massimo di 20 minuti rispetto all'orario dell'appuntamento.

 

IN CASO DI SINTOMI
Nei casi in cui il paziente o un suo familiare/convivente abbia avuto nei 14 giorni precedenti all’appuntamento febbre superiore a 37° o altri sintomi riconducibili a Covid-19, nonché avuto contatti con casi noti di infezione, isolamento o ricovero/prestazioni sanitarie presso altri ospedali, si chiede di avvisare l’ospedale entro il giorno precedente all’appuntamento. Chi si presenta al triage con sintomi simil-influenzali (rinite, tosse, febbre, difficoltà respiratoria) non verrà fatto entrare, a meno che la prestazione per cui si presenta non abbia carattere di improcastinabilità.

 

ACCOMPAGNATORI
Saranno concessi l'accesso e la sosta agli accompagnatori di pazienti che accedono alle attività ambulatoriali, di diagnosi, di terapia e di ricovero soltanto in caso di effettiva necessità, ovvero pazienti non autosufficienti, minori o con difficoltà a comprendere e a esprimersi in italiano o con specifiche esigenze culturali, e comunque nella misura di un solo accompagnatore per paziente.

 

MISURE DI PREVENZIONE
Chiunque acceda all'Istituto deve indossare sempre la mascherina chirurgica. Si invitano tutti a ridurre la permanenza all'interno dell'Istituto al minimo necessario e a rispettare sempre la distanza di almeno 1,80 metri rispetto alle altre persone. Si raccomanda a tutti l’igiene delle mani presso gli appositi distributori di gel alcolici presenti agli ingressi principali e nei luoghi affollati.

 

RICOVERI
L’attività in campo oncologico è sempre stata considerata non procrastinabile, i ricoveri sono garantiti a partire dalle prestazioni considerate più urgenti. Il percorso di prericovero sarà programmato in modo da rispettare il distanziamento tra i pazienti ed evitare sovrapposizioni.

 

VISITE, ESAMI E TERAPIE
Sono prenotabili ed eseguibili le prestazioni ambulatoriali con priorità U (urgente), B (breve), D (differita), P (programmata) e le visite di controllo periodiche. L'organizzazione delle visite è stata riformulata per garantire il distanziamento di alcuni minuti tra una visita e l’altra e per mantenere il numero di persone in attesa negli spazi predisposti sempre entro i limiti sicurezza. I pazienti saranno fatti entrare in ospedale soltanto nei 20 minuti precedenti all’appuntamento.

 

ATTIVITÀ AMBULATORIALE A PORDENONE
Le attività ambulatoriali di oncologica medica (visite, somministrazioni di terapia, rivalutazioni cliniche) programmate presso l’Ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone sono riprese regolarmente. Le sedute di chemioterapia continuano per il momento presso la sola sede del Centro di Riferimento Oncologico ad Aviano, sempre in relazione ai percorsi di prevenzione predisposti a tutela dei pazienti, compresa l’effettuazione dei tamponi il giorno precedente alla seduta.

 

LIBERA PROFESSIONE
Le visite in libera professione si svolgono regolarmente.

 

SUPPORTO PSICOLOGICO
È attivo uno Sportello di supporto psicologico a distanza raggiungibile dal lunedì al venerdì al numero 0434 659258 nelle fasce orario 13-14 per i pazienti e i loro familiari e 14-15 per gli operatori del CRO.

 

PRELIEVI
Il Centro prelievi è operativo: non è richiesta la prenotazione, ma in caso di superamento del numero massimo di persone in attesa verrà scaglionato l'ingresso in Istituto.

 

DONAZIONI DI SANGUE
Le donazioni di sangue si svolgono regolarmente. I donatori devono essere in buona salute, non presentare sintomi simil-influenzali e non avere avuto contatti con casi probabili o confermati di Covid-19 negli ultimi 14 giorni.

 

CONSEGNA REFERTI
Per limitare gli spostamenti degli utenti e tutelarne la sicurezza, la possibilità di ritirare i referti delle prestazioni diagnostiche (con l'eccezione degli esami a risposta breve, di quelli per la terapia anticoagulante orale e di quelli di anatomia patologica) è sospesa fino a nuova comunicazione. Restano possibili il ritiro online, che suggeriamo di privilegiare in mancanza di impedimenti tecnici, oppure l'invio a domiclio per posta raccomandata.

 

VISITE AI DEGENTI
Le visite ai pazienti ricoverati in tutte aree di degenza sono momentaneamente precluse. Eventuali altre eccezioni saranno valute caso per caso, a fronte di reali necessità. Le porte di accesso alle aree di degenza resteranno sempre chiuse: i visitatori possono segnalare la loro presenza suonando il campanello, per poi seguire scrupolosamente le indicazioni del personale.

 

LOCALI ESEQUIALI
È consentito l'ingresso alla camera mortuaria a massimo due visitatori per defunto. La fascia oraria di accesso è 8:30-13:30. L'accesso di visitatori e operatori delle imprese di onoranze funebri deve avvenire attraverso il triage situato all'ingresso principale dell'istituto. Il sabato, chiunque avesse necessità di accedere ai locali esequiali deve attendere l'arrivo dell'operatore reperibile (chiamato dalla portineria) per accedere in istituto.

 

VOLONTARI
Alle associazioni di volontariato è inibito l'accesso presso le strutture assistenziali.

 

INFORMATORI SCIENTIFICI
Gli informatori scientifici vegnono ricevuti su appuntamento.

 

MENSA
È sospeso l’accesso alla mensa ai pazienti, ai familiari, ai visitatori.

 

IGIENE DELLE SUPERFICI
Rimandiamo alle raccomandazioni ai cittadini per le misure igieniche e la pulizia delle superfici messe a disposizione dalla Direzione Salute della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

 

 

IN CASO DI NECESSITÀ

Le richieste di informazioni generiche vanno effettuate al numero verde nazionale 1500 oppure al numero verde regionale 800 500 300.

In caso di necessità sanitarie gravi chiamare il Numero Unico di Emergenza 112 riservato alle emergenze, solo in caso di sintomi riconducibili al Coronavirus, quali febbre uguale o superiore ai 37,5°C, mal di gola e tosse. Risponderà sempre un operatore sanitario esperto che, se necessario, inoltrerà la telefonata a un medico specialista in Infettivologia.

Il personale del CRO è istruito al riconoscimento e alla gestione di eventuali casi sospetti, a tutela della sicurezza e della salute di tutti. 

 

 

INFORMAZIONE E PREVENZIONE